Halloween: storia, origini e significato della notte degli spiriti – da raccontare ai tuoi bambini!

Halloween è una festa che mi intriga da sempre, da quando insieme ad una cricca ristretta di compagne di classe, alle elementari, ci travestivamo (orribilmente, perché Halloween non era una festa a cui i nostri genitori dedicavano budget per i costumi) per fare un dolcetto o scherzetto ante litteram, causando stupore nel vicinato comunque ben disposto, dato che la metà era genitore di uno dei bambini in causa e l’altra ci conosceva da quando eravamo in fasce.

A essere onesti, però, sono ben poche le feste che non mi affascinino in un modo o nell’altro: da Natale, assoluta star nella mia ipotetica hit parade delle celebrazioni, a Ferragosto, tendenzialmente ultima perché a Ferragosto si è già in vacanza e quindi che festività è?

Su Halloween se ne sentono tante tra aggressive invettive e appassionate arringhe difensive; e se ultimamente la festa è stata sdoganata anche nell’italico uso comune, resta tuttavia fumosa la sua origine.
Perché non scoprirla insieme? Tra l’altro, può essere molto interessante da raccontare ai bambini in età scolare, magari proprio quando alle elementari si studiano i Celti e i Galli (a memoria direi terza elementare, ma potrei benissimo sbagliare).

Le origini di Halloween

Halloween è una festa di origine pagana che, come molte altre, è stata presa in prestito dalla Chiesa durante l’evangelizzazione dei popoli pagani per solidificare la diffusione del cristianesimo.

halloween origine celti

I Celti festeggiavano in questo giorno la fine dell’Estate e l’inizio di un nuovo ciclo del tempo (praticamente il loro Capodanno), carico di magia ed estremamente importante nella ritualità pagana.
E siccome con la fine di ottobre ha inizio la morte apparente della natura, che in realtà inizia a rinascere sottoterra, l’esoterismo e la morte erano i temi portanti di questa celebrazione – chiamata Samhain (lett. fine dell’Estate).
Facile allora trovare il nesso con il cristiano culto dei morti.

Per gli antichi irlandesi il festeggiamento del Samhain prevedeva l’uso di maschere grottesche per spaventare gli spiriti che tornavano al nostro mondo: praticamente proprio quello che accade anche oggi durante la notte di All Hallow’s Eve (lett. vigilia di Ognissanti, da cui il nome Halloween).

Con l’evangelizzazione dell’area britannica, la festa del Samhain venne ripresa dalla Chiesa, dando vita alle feste di Ognissanti (1° novembre) e al Giorno dei Morti (2 novembre).

L’origine del Trick or Treat (dolcetto o scherzetto) è invece ambigua; per alcuni è da ricercare nel periodo medioevale, quando era in uso elemosinare bussando alla porta delle abitazioni nei giorni del 1 e 2 novembre, mentre secondo altre interpretazioni è molto più tarda, e si lega alla leggenda di Jack O’Lantern, il cui spirito vaga tra le case, in questa notte stregata, alla ricerca di sacrifici, promettendo maledizioni a chi non ne avesse concessi.

La diffusione di Halloween negli USA e nel mondo

Tra il XIX e il XX secolo furono molti gli Irlandesi che lasciarono l’Isola di Smeraldo alla volta del Nuovo Mondo.
Insieme alle persone, sbarcarono negli Stati Uniti anche tradizioni e usanze straniere, che venivano vissute in modo ancora più forte e sentita dalle comunità expat come legame con la madrepatria oltreoceano.

I festeggiamenti di Halloween non ci misero molto ad attirare l’attenzione della popolazione statunitense, abbandonando l’ambito del folklore locale per ergersi a festa nazionale USA.

storia halloweem

Da qui il cinema e la progressiva americanizzazione delle culture europee (ma non solo) hanno fatto sì che Halloween venisse conosciuto e celebrato in tutto il mondo.

Trovi la storia completa di Halloween a questo link

Il significato di Halloween

In ambito Cristiano, Halloween mantiene una buona fetta delle caratteristiche originali.

È tutt’ora una festa in cui si celebra il culto dei morti, la notte in cui gli spiriti possono tornare sulla terra e in cui ci si traveste per esorcizzare la paura, mascherandosi per confondersi con gli spiriti maligni.

Al nucleo rituale originale sono andati via via aggiungendosi pezzi, come la tradizione di Jack O’Lantern (la zucca di Halloween, oggi uno dei più noti simboli di Halloween, che riprende in parte l’usanza celtica di accendere fuochi propiziatori) e il famoso Trick or Treat (dolcetto o scherzetto in italiano, in cui possiamo ritrovare i sacrifici di animali che i Celti facevano agli spiriti).

Negli ultimi decenni la festa si è fatta via via più commerciale ma, non vogliatemene per la brutalità, da questa deriva non se n’è salvata quasi nessuna, di celebrazione.

Pubblicato da

Alicecream

30 anni e qualcosa. La vita con un figlio, un marito, un cane, un mutuo e una buona dose di ansia. Searching for common poetry in daily life

1 commento su “Halloween: storia, origini e significato della notte degli spiriti – da raccontare ai tuoi bambini!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...